Anni ruggenti nei tropici…

Ondate concentriche di calore offuscano la lucidità, ectoplami alla tv farneticano di ribaltoni, rimpastini, logge e loggette mischiando realtà e parodia con sapienti tocchi, sento l’universo boccheggiare dalla finestra spalancata e mi sovviene una canzoncina che spopolava negli spensierati ’80 quando il caro, vecchio mondo sembrava non sarebbe cambiato mai… Ma sono quelle moderne e passate figure che ballano e cantano che sono venute a me o sono io che sono andato a loro?…
“Quando lassù
esce la luna piena
nella tribù
senti suonare i tam tam
danzano intorno allo stregone
spiriti al ritmo del voodoo.
Anni ruggenti nei tropici
sento la giungla nell’anima…”

6 Comments
  • isabella
    luglio 16, 2010

    me la ricordo… non sono esattamente sicura di andarne fiera 😉

  • Giovanni
    luglio 16, 2010

    Questo è uno spazio onirico e come dovresti ben sapere, i sogni sono la chiave di lettura della realtà…

  • isabella
    luglio 16, 2010

    uhm… i miei non forniscono letture confortanti… preferisco concentrarmi sui tuoi 😉

  • Monica
    luglio 17, 2010

    Ho l’idea che dei nostri sogni, cari, qualsiasi psichiatra potrebbe scriverci un trattatello…

  • Galliolus
    luglio 19, 2010

    …bionde le vittime di King Kong…

  • Giovanni
    luglio 20, 2010

    Altro incrollabile successo e fondamentale tassello dello spazio onirico:
    “Tropicana”

Rispondi