Marilyn by Kirkland

di 0 , , Permalink 0

Era il 17 novembre 1961 e Douglas Kirkland che allora aveva appena ventiquattro anni ebbe l’incarico da Look Magazine di fotografare Marilyn Monroe a Los Angeles per un servizio che avrebbe dovuto celebrare i venticinque anni della rivista. Marilyn si presentò con ben tre ore di ritardo, e iniziò a burlarsi amichevolmente di Douglas, prendendolo in giro per il suo stato d’ansia evidentemente. Difficile immaginare che il giovane fotografo si sia rilassato quando, pochi minuti dopo l’inizio dello shooting, l’attrice si presentò al cospetto della sua Hasselblad coperta solo da un lenzuolo bianco, chiedendo di essere lasciata da sola con lui. Quello che ne uscì fu non un semplice servizio fotografico ma la rara impressione che il fotografo vista anche l’intimità dell’attrice sia riuscito a carpire l’anima infinitamente sfaccettata di un mito contemporaneo; Marilyn con la sua bellezza e la tragica morte all’ombra del terribile potere del presidente degli USA, ci riporta all’eterno ritorno di Elena cantata nell’Odissea, la donna bellissima che provocò la guerra e la distruzione fra i grci a causa della sua bellezza.

No Comments Yet.

Rispondi