Stranger Things e IT: l’epica del nostro quotidiano

Quando pensiamo a noi stessi, come e dove ci immaginiamo? Gli antichi, quelli molto antichi, avevano come riferimento l’epopea di Omero, l’Iliade e l’Odissea, ogni richiamo alle loro azioni era, consapevolmente o inconsapevolmente , rimandato alle gesta di qualche eroe, ninfa, divinità che fosse. La realtà prendeva così significato, si giustificava nella sua accezione ...

Blade Runner 2049, l’insostenibile leggerezza del reale

(Ho evitato accuratamente eventuali spoiler di Blade Runner 2049 certe ulteriori riflessioni, quindi, le rimando con chi ha visto il film) https://www.youtube.com/watch?v=k3fz6CC45ok&feature=share Il film “Blade runner” mi rincorre da più di trent’anni, dalla prima volta che lo vidi in una fumosa sala del cinema “Ars” di Savona, già mezzo iniziato alle infinite volte che negli anni successivi, ...

Chi conosce “Gigi il troione”?

Qualcuno giura addirittura di avere trascorso con lui un certo periodo difficile della vita, altri di avere passato una notte nel suo bar, dopo la chiusura, a bere tutti i fondi di bottiglia rimasti, altri ancora assicurano che non dimenticheranno per tutta la vita la letale portata alcolica dei suoi Negroni. Il problema è che ...

A me “La grande Bellezza” è piaciuto e vi spiego perchè

Premetto, a me “La grande Bellezza” è piaciuto. Non ho ben capito la guerra di religione che si è scatenata sui “social” tra quelli a cui è piaciuto e quelli a cui no; in Italia ci si inferocisce e ci si incazza in modo inversamente proporzionale alla rilevanza della questione. Che praticamente si stiano gestendo ...

Benvenuti a Candieland!

di 0 No tags Permalink 0

Inutile dire che “Django unchained” è un bel film, arrivo fuori tempo limite per farlo. Lo è. Ma non vorrei concentrare l’attenzione sulla squisita capacità di Tarantino di rileggere codici e forme schifate dagli europei per sfornare capolavori osannati dagli europei. E’ banale dirlo, l’Europa in termini cinematografici è provinciale, la periferia dell’impero dell’immaginario. Credo ...

Riflessioni su “La talpa”

Capita che certi film o libri possano diventare l’ossessione e nello stesso tempo il paradosso di ciò che rappresentano. Prendete “La talpa”, la spy story di Le Carrè che ha avuto il potere di traslare il nome comune di animale ad un significato assoluto nella labirintica rappresentazione del mondo da parte dell’intelligence. Ecco, io ...

Shoah, incontro con Claude Lanzmann (Beppe Sebaste)

di 0 , Permalink 0

Questo bell'articolo di Beppe Sebaste apparso sull'Unità nel 2007 riprende i contenuti del film di Claude Lanzmann "Shoah" l'unico lavoro del dopoguerra insieme a pochi altri capace di avere la forza di restituirci la storia dello steminio degli ebrei nella dimensione esatta della loro portata senza spettacolarizzazioni e retorica. Quando un certo Filip Muller, membro ...

Pulp and Mirabilia

di 0 , , Permalink 0

Le ragioni per cui mi piace parlare di "Pulp" sono due. Una la scoprirete abbastanza presto spero, l'altra perchè introduce a un divertente passatempo nato per conoscere il social network "Pinterest". Ma andiamo per gradi; il termine "pulp" fa riferimento alle riviste che nei primi anni venti del secolo scorso contenevano racconti di crimini efferati, ...