Tu chiamale se vuoi, regressioni

di 5 , , , Permalink 0

In riferimento alla rivoluzione iraniana, il giornalista polacco Ryszard Kapuscinsky scriveva: “Una nazione oppressa dal dispotismo, avvilita, costretta ad assumere il ruolo di oggetto, cerca rifugio. Ma un’intera nazione non può emigrare, quindi compie una migrazione temporale piuttosto che geografica. Di fronte alla sofferenza della realtà che la circonda, cerca di fare ritorno a un ...

Le ceneri del “bunga bunga”

Nella paralisi mentale che affligge l’Italia in un’afasia che impedisce di accettare anche la più banale ovvietà, di fronte allo strapotere economico e “spettacolare” di una macchina del consenso capace di piegare alle sue ragioni i comportamenti più ambigui, malsani e illegali mi sembra che queste poche righe di Pier Paolo Pasolini (che non ...

Arcore’s Night (della serie “ridere per non piangere”)

want apartment at "Olgettin" and pure the cubist and ballerin bilocal with terrazin in this day you eat se la day so we love the Arcore's nights. Lelemore -- Lelemore but ancor je la fai? Lelemore -- Lelemore for how much je la dai? Miss Minetti what ciarlatane... not avverted I'm minorenn a jovinott under ...